ERSAF - Ente Regionale per i servizi all'agricoltura e alle foreste Regione Lombardia

Intervento di fitodepurazione a valle del depuratore di Carimate nel comune di Lentate sul Seveso

Il progetto riguarda il trattamento dello scolmatore dopo la sedimentazione primaria del depuratore di Carimate attraverso la realizzazione di un impianto di fitodepurazione che riprende le indicazioni progettuali contenute negli studi di fattibilità “Trattamento dello scolmatore dopo sedimentazione primaria del depuratore di Carimate tramite sistemi di fitodepurazione” (dicembre 2013) e “Studio di fattibilità di sistemi naturali di depurazione delle acque di sfioro da reti fognarie” per Autorità di Bacino Fiume Po (2006), entrambi redatti dalla società IRIDRA S.r.l.

L'area a valle del depuratore nel Comune di Lentate è stata scelta perchè presenta condizioni più favorevoli all’intervento: oltre alla minore presenza di vincoli ed interferenze, per raggiungere tale area infatti non è necessario interferire con il Seveso.

Il sistema di fitodepurazione si compone di un sistema a flusso sommerso seguito da un sistema a flusso libero che oltre ad aumentare la capacità depurativa e di trattenimento delle acque di pioggia, aumentano il valore ecologico e naturalistico dell’opera con la creazione di un sistema umido ad elevata biodiversità.

Il sistema è stato dimensionato per trattare gli eventi più inquinanti, cioè quelli preceduti da un periodo di non sfioro ed è concepito per accumulare grossi volumi di acqua in tempi piuttosto brevi, per poi restituirli più lentamente al Fiume Seveso di modo da assicurare tempi di ritenzione idraulici funzionali alla depurazione; l’effetto secondario di questa strategia operativa è quello di operare una certa laminazione sulle acque sfiorate, ed in particolare sulla prima parte dell’evento di sfioro che può coincidere con il passaggio dell’onda di piena nel Fiume Seveso.
L’area destinata ad ospitare il sistema di fitodepurazione è pensata totalmente fruibile e non recintata, collegata ai percorsi fruitivi della zona, che saranno arricchiti dal sistema naturale e da elementi accessori quali cartellonistica, strade di manutenzione e fascia vegetata ripariale.

La realizzazione del progetto permetterà in sostanza:

  • migliori rese depurative complessive e migliore gestione del comparto biologico del depuratore;
  • costi di investimento ridotti rispetto ad un ulteriore adeguamento del comparto biologico;
  • costi di gestione ridotti rispetto ad altri sistemi, o rispetto al trattamento di tali volumi nel comparto biologico con conseguenti ulteriori spese di energia elettrica per aerazione e gestione fanghi di supero;
  • capacità di garantire un effetto di laminazione sulle portate attualmente sfiorate, con conseguente riduzione del rischio idraulico per lo meno su bassi tempi di ritorno della fognatura;
  • impatto ambientale nullo e ottimo inserimento paesaggistico;
  • obiettivi trasversali quali la fruibilità dell’area, la riqualificazione a livello naturalistico, il potenziamento dei corridoi ecologici esistenti e la ricreazione di zone tampone lungo il Fiume Seveso.

La sottoscrizione della convenzione con Regione Lombardia è stata in data 15.10.2104. Poco dopo è iniziata la fase di progettazione dell'intervento.

Ora siamo nella fase esecutiva.

Le risorse per i lavori ammontano a 2 mln di euro, dei quali 1.4 mln corrispondono alla quota FSC e 600.000 euro sono il cofinanziamento a cura dei proponenti.

L'intervento della fitodepurazione di Carimate è inserito nel PDA Seveso - Attività 2.3 (Azione 2).

Tag: Bandi, Progetto,

Pagine collegate

Ultimo aggiornamento: 19 October 2017
Condividi  
Contatti